DEMONEROSSO
Search Dainese

    Ecco come è fatto il corpetto protettivo Dainese per l’America’s Cup

    Di DemoneRosso | 16 febbraio 2021 | 1 min

    Contenuti dell'articolo

    Luna Rossa Prada Pirelli si è rivolta a Dainese per creare un corpetto protettivo per le regate
    Sea-Guard è un protettore nato appositamente per offrire sicurezza agli equipaggi di America’s Cup
    La versione di Luna Rossa Prada Pirelli è realizzata in tessuto tecnico Kinetech®
    Sea-Guard garantisce il galleggiamento e protegge il costato, le clavicole e la schiena degli atleti
    Sea-Guard è equipaggiato con una bombola d’ossigeno e una sacca idrica ispirata alle tute della MotoGP

    Le imbarcazioni di America’s Cup, sempre più tecnologiche e sempre più veloci, espongono gli equipaggi a rischi che crescono di pari passo con le suddette performance. Per condurre in sicurezza le barche della classe AC75 c’è bisogno di protezione. L’equipaggio di Luna Rossa Prada Pirelli si è rivolto a Dainese per dare vita ad un corpetto sviluppato appositamente per le regate più estreme al mondocurato fin nel minimo dettaglio. 

    LR-5 (1) LR-3 (1)

    La prima protezione per la vela 

    Sea-Guard, questo il nome del nuovo capo, è un protettore innovativo, disegnato specificamente per essere indossato sulle barche a vela di America’s Cup. Offre protezione sul costato, sulle clavicole e sulla schiena. Tutti i pannelli protettivi sono realizzati in materiale morbido, soluzione che offre un assorbimento degli impatti una flessibilità ottimali, per lasciare gli atleti liberi di muoversi a bordo senza impedimenti.

     

     

    La peculiarità di Sea-Guard, che lo distingue da qualsiasi altro protettore sportivo mai realizzato da Dainese, è la certificazione per il galleggiamento. Quest’ultima è richiesta espressamente dal regolamento della 36^ America’s Cup presented by PRADA. Per ottenere tale certificazione, il reparto Ricerca e Sviluppo Dainese ha applicato, sul lato interno dei protettori, degli speciali cuscinetti galleggianti. È stato poi necessario un lavoro di fino per limitare gli ingombri e restituire al capo la giusta leggerezza e una vestibilità ottimale. 

    LR-1 (2) LR-2 (2)

    La cura del dettaglio 

    Sea-Guard Luna Rossa Prada Pirelli è curato con ossessione fin nei minimi dettagli. È realizzato in tessuto Kinetech®, un materiale pregiato vincitore di oltre 90 medaglie olimpiche nei giochi di Londra 2012 e Rio 2016 che ben si presta alla composizione di un capo di questo genere. Elastico, molto leggero e resistente, è perfetto per garantire sicurezza e lasciare agli atleti la massima libertà di movimento in ogni frangente. La protezione sulla schiena, combinata ai cuscinetti galleggianti, si estende fino al coccige, a protezione delle vertebre lombari. 

     

     

    Nella zona superiore della schiena viene ricavata una tasca per ospitare una sacca idrica. L’ispirazione viene delle tute dei piloti di MotoGP, che contengono all’interno della gobba una quantità d’acqua sufficiente a dissetarli per tutta la durata della gara. Una soluzione innovativa ma fondamentale per mantenere al massimo la concentrazione e l’efficienza fisica, sia in pista che in mare, soprattutto quando ci si trova a competere in situazioni climatiche particolarmente esigenti. 

    IMG_8068_1_2 (2) LunaRossaCagliari20cb_24180_2 (2)

    Un aiuto in ogni situazione 

    In un apposito compartimento sul fianco destro viene inserita una bombola d’ossigeno, dispositivo fondamentale in situazioni di emergenza come scuffie o cadute in mare. Il corredo essenziale di ogni atleta prevede poi il sistema d’interfono, utile a comunicare con gli altri membri del team e con il direttore di gara, e un coltello per tagliare le cime nelle eventualità più critiche. 

     

    La cura del dettaglio riservata a Sea-Guard dell’equipaggio di Luna Rossa Prada Pirelli è funzionale al suo scopo. Per far fronte alle condizioni estreme che si creano in mare, è necessaria la massima confidenza. Disporre di un supporto tecnico capace di assistere gli atleti in ogni frangente può davvero fare la differenza sull’esito di una regata, soprattutto in situazioni limite come quelle di America’s Cup, con velocità e forze in gioco sempre maggiori. 

    ARTICOLI CORRELATI

    Sailing / Tech

    Sea-Guard Luna Rossa Prada Pirelli: the making of

    Ecco come nasce il corpetto protettivo per l’America’s Cup progettato da Dainese
    Sailing / Tech

    Sea-Guard Emirates Team New Zealand, la sicurezza addosso

    Tutti i segreti del corpetto protettivo Dainese scelto dai defender dell’America’s Cup