DEMONEROSSO
Search Dainese

    10 elementi essenziali per prepararsi a un track day

    Di DemoneRosso | 28 gennaio 2021 | 1 min

    Come farsi trovare pronti al primo appuntamento con la moto in  pista? Abbiamo raccolto in 10 punti ciò che è fondamentale sapere per affrontare i cordoli per la prima volta, per preparare una borsa perfetta e non essere impreparati in nessun momento della giornata. 

     

       1. Casco con visiera scura 

    I caschi racing si distinguono per la peculiare forma a cuneo e per la presenza di appendici aerodinamiche che ottimizzano la penetrazione dell’aria. Il casco deve avere chiusura a doppia D, il sistema di allacciamento più sicuro. A meno di girare in condizioni di pioggia o di cielo particolarmente cupo, la visiera scura è sempre la soluzione miglioreMantiene più riposata la vista, a beneficio della concentrazione. Ricorda i tear-off, per evitare di doversi fermare in pieno turno per pulire la visiera. Durante le giornate più calde è fondamentale il sistema di idratazione integrato, da collegare alla waterbag posta nella gobba della tuta. 

     

       2. Tuta 

    La tuta è la moderna armatura del cavaliere, un sistema di protezione integrato che garantisce massima sicurezza e libertà di movimento. Le tute di ultima generazione comprendono il sistema airbag elettronico intelligente D-air® che si attiva e protegge il pilota in caso di necessità. Un dettaglio che spesso passa inosservato sono le placche metalliche su spalle - comuni a tutte le tute Dainese - ginocchia e gomiti. Il metallo, a differenza della plastica, scivola sull’asfalto senza impuntarsi, evitando di innescare pericolose rotazioni delle articolazioni. È utile prestare attenzione alla presenza di panelli elastici sulla schiena, sulle ginocchia e sul torso. Tali pannelli rendono la tuta più comoda in tutte le situazioni, senza dimenticare che le tute monopezzo professionali sono disegnate per essere indossate in posizione di guida e non eretta. 

     

       3. Paraschiena 

    Non dimenticare mai il paraschienaIntrodotto alla fine degli anni 70, si è presto affermato come protezione fondamentale in pista e su strada. Esistono diversi tipi di paraschiena, alcuni di essi sono studiati specificamente per uso racing: hanno volume e peso contenuto. Assieme a tutte le tute D-air® viene fornito un paraschiena ottimizzato per questo utilizzo, leggero e perfettamente integrato con la tuta. 

     

    4. Guanti 

    Il guanto da pista deve essere un guanto lungo in pelle, con placche rigide in carbonio o metallo su dorso, nocche e falangi. Tutte le cuciture devono essere realizzate in fibra aramidica, un materiale in grado di resistere alle altissime temperature generate dalla frizione contro l’asfalto. All’esterno della zona del mignolo è necessario il dispositivo DCP - Distortion Control che limita le rotazioni e conseguenti possibili danni. La grande evoluzione di cui sono stati protagonisti i guanti negli ultimi 30 anni ha portato da un prodotto composto da nemmeno una ventina di pezzi, ad uno che ora ne conta più di 80.

     

     5. Stivali 

    Tutti gli stivali da pista Dainese presentano il sistema Axial Distortion Control System, un particolare snodo che impedisce alla caviglia di compiere rotazioni e flessioni innaturali. I modelli IN, da indossare sotto la tuta, migliorano la performance aerodinamicaabbattono il peso e incrementano la protezione. L’integrazione con la tuta limita le rotazioni del piede e diminuisce il volume esterno della gamba nella zona della caviglia, con conseguente calo delle probabilità di agganciarsi ad oggetti esterni. 

     

       6. Sottotuta 

    Non dimenticare mai il sottotutasoprattutto nelle giornate più calde. Un sottile strato di materiale traspirante tra pelle e tuta aiuta a rimanere asciutti e migliora notevolmente il comfort. Un sottotuta aiuta notevolmente nell'atto di indossare e sfilare la tuta, riducendo la frizione tra la nostra pelle e la fodera interna. Allo stesso tempo, favorendo lo scivolamento interno, limita il rischio di abrasioni contro la pelle della tuta in caso di caduta. Ne esistono di diversa grammatura e in diversi materiali, da scegliere in base alla temperatura dell’aria. 

    RR

    Mugello RR D-air®


    Semplicemente, la tuta racing Dainese più avanzata mai realizzata.
    Acquista ora

        7. Calzini 

    Calze medie o lunghe sono le soluzioni migliori. I fantasmini, i cosiddetti “footie, non sono l’ideale quando si indossano gli stivali. Per quanto comodi, c’è sempre il rischio di trovare qualche velcro o cucitura che possa dar fastidio nella zona della caviglia e del basso polpaccio. 

     

       8. Bevande e integratori 

    Soprattutto durante le giornate più calde è fondamentale reintegrare i liquidi. A tale scopo sono molto utili gli integratori di sali minerali che, rispetto alla semplice acqua, favoriscono la reidratazione. Il massimo è poter disporre della propria bevanda energetica anche durante la sessione: ciò è possibile grazie al sistema di idratazione integrato che collega i caschi racing AGV alla borraccia posta nella gobba delle tute. 

     

       9. Occorrente per una doccia 

    Cosa c’è di meglio di una doccia rigenerante dopo una giornata passata a sudare dentro una tuta in pelle? 
    Porta l’occorrente per una rinfrescata alla fine dei tuoi turni in pista, i circuiti sono sempre dotati di docce e servizi. 

     

       10. Le chiavi della moto 

    Caricare la moto sul carrello o furgone la sera prima di un track day è la prassi. Altrettanto normale è riportare le chiavi in casa per la notte. Ricorda di portarle con te al mattino! Meglio evitare spiacevoli sorprese una volta giunti in autodromo. 

    PRODOTTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

    RR

    AGV Pista GP RR

    Acquista ora
    DAINESE21M.00004R0_SN006156_CLOSEUP05 (2)

    Mugello RR D-air®

    Acquista ora
    FM6

    Full Metal 6

    Acquista ora

    ARTICOLI CORRELATI

    Motorbike | History

    Tutte le tute in pelle di Valentino Rossi

    Dalla prima all’ultima. 30 anni di protezione ed innovazione
    Motorbike | Tech

    La tua seconda pelle

    Come scegliere la taglia perfetta della tuta