DEMONEROSSO
Search Dainese

    Tecnologie e prodotti all’avanguardia, dai piloti del motomondiale a tutti gli appassionati

    Di DemoneRosso | 11 febbraio 2021 | 1 min

    Contenuti dell'articolo

    Gli stress ai materiali in MotoGP sono estremi, e richiedono tecnologie avanzate per una protezione superiore
    Sviluppati sui tracciati del motomondiale, i dispositivi di protezione dei piloti sono disponibili per tutti
    Pista GP RR è il casco della MotoGP, omologato FIM, è il massimo in quanto a performance e sicurezza
    La tuta in pelle dei piloti contiene l’airbag D-air®, lo stesso integrato nella versione di produzione
    Il guanto Full Metal 6 è la più avanzata protezione per la mano, composto di pelle, titanio e carbonio
    Axial Distortion Control System è il tutore integrato dentro Axial D1, lo stivale IN usato dai piloti
     

    I piloti di MotoGP non sono umani. Questo è quello che spesso si sente dire di fronte ad imprese sportive epiche. Guidano al limite moto potentissime, sottoponendo sé stessi e tutti i materiali coinvolti a stress estremi. In realtà sono fatti di carne ed ossa anche loro, e come tutti gli altri si devono proteggere. Per pilotare al massimo le loro moto devono essere messi nelle condizioni di farlo al meglio, in perfetta sicurezza ma senza impedimento alcuno.  

    È per questo motivo che tutti i prodotti di punta della linea racing Dainese e AGV vengono sviluppati e testati qui, in un ambiente dalle sollecitazioni estreme. Eessendo leggendari i piloti, va da sé che anche tutto il loro corredo sia da leggenda, e quindi non realmente accessibile ai comuni mortali. Si dà il caso, però, che non sia così. 

    morbidelli_2020_austria__19

    Il casco più avanzato 

    Pista GP RR è il casco in uso dai piloti AGV. È la massima espressione di un casco che ha ridefinito il concetto di protezione per la testa, già nel 2012, anno dell’arrivo sul mercato della sua prima versione. Pista GP RR ha stabilito nuovi standard in quanto a protezione dagli impatti, leggerezza, penetrazione aerodinamica, ampiezza del campo visivo e ventilazione. I severi criteri di progettazione seguiti dal dipartimento di Ricerca e Sviluppo AGV hanno permesso al Pista GP RR di superare agilmente i test per la stringente omologazione FIM. È uno dei pochissimi caschi omologati FIM regolarmente sul mercato ed è disponibile per tutti. 

     

    mugello_-_credit__gbracingpix__9

    La tuta D-air® 

    Nel 2007, per prima, Dainese portò un sistema airbag elettronico in gara nel motomondiale. Appena undici anni più tardi tale sistema è stato reso obbligatorio per i piloti di tutte le classi, ma già da prima dell’obbligatorietà tutti gli alfieri Dainese lo portavano in gara con soddisfazione. Restano impresse le parole di Pol Espargarò, campione del mondo di Moto2, secondo cui D-air® è come un casco, una volta che ti abitui ad usarlo non ne puoi più fare a meno. 

     

     

    La tuta indossata dai piloti è la Mugello RR, il massimo in quanto a protezione e performance. Mugello RR offre in un unico capo un concentrato di tecnologie all’avanguardia. Oltre al dispositivo D-air®, le tute integrano tutte le protezioni rigide tradizionali, su ginocchia, gomiti e spalle. Negli stessi punti sono presenti le placche in metallo, ideate per favorire lo scivolamento ed evitare il rotolamento in caso di caduta.  

     

     

    Credit__GBracingPix_-_Le_Mans_2019__6

    Il guanto della MotoGP 

    Full Metal 6 è lo stato dell’arte della tecnologia applicata ad un guanto. È realizzato con materiali ricercati e sofisticati, quali pelle di capra, fibra di carbonio, fibra aramidica e titanio. Nasce storto, nel vero senso della parola, per seguire la naturale curvatura del polso nella posizione di guida. Full Metal 6 nasce con una pre curvatura, in modo da non dover sforzare l’articolazione più del necessario per piegare il guanto. 

     

     

    La composizione del guanto prevede l’integrazione di placche sovrapposte di carbonio e titanio su dorso e nocche, per assorbire al meglio gli impatti e favorire lo scivolamento al contatto con l’asfalto. Altre protezioni in carbonio sono presenti su pollice e falangi, mentre il mignolo presenta il sistema DCP, per prevenire le distorsioni. In tutto il guanto sono presenti inserti elasticizzati, per garantire la massima mobilità.  

     

    La protezione ai tuoi piedi 

    Tra la fine degli anni ’90 e i primi 2000 Dainese progettò uno stivale rivoluzionario, il primo da indossare dentro la tuta, capace non solo di proteggere meglio dagli impatti, ma anche di prevenire le temute fratture e distorsioni. Lo stivale top di gamma Axial D1 integra Axial Distortion Control System, una struttura ergonomica e snodata in fibra di carbonio integrata nello stivale, capace di guidare i movimenti della caviglia. 

    credit__gbracingpix__16

     

    Axial Distortion Control System previene qualsiasi movimento non desiderato dell’articolazione. Le torsioni laterali e le iperestensioni sono impedite da un sistema che è un vero e proprio tutore della caviglia.  Lo scafo inferiore e la protezione della tibia sono realizzate da una composizione di fibra di carbonio e fibra aramidica. La resistenza del carbonio e della fibra aramidica ne fanno un eccezionale scudo anti perforazione. Il tutto in uno stivale estremamente snello e leggero, da indossare all’interno della tuta. 

     

     

    Dalla testa ai piedi, i piloti professionisti sono protetti al meglio, per essere nelle condizioni di esprimere la loro migliore performance. Non è però un privilegio riservato a loro, perché grazie allo sviluppo effettuato in pista, tutti gli appassionati possono beneficiare delle medesime tecnologie usate in MotoGP. Repliche fedeli delle protezioni più avanzate, dal casco agli stivali, per potersi concentrare sulla pista e niente altro. 

    ARTICOLI CORRELATI

    Motorbike / Tech

    D-mobile: il laboratorio della sicurezza della MotoGP

    Dainese e l’assistenza ai piloti sui circuiti del motomondiale
    Motorbike / Tech

    Com’è fatto un guanto da MotoGP™?

    Tecnologia, materiali e segreti del Full Metal 6, utilizzato dai campioni del motomondiale