DEMONEROSSO
Search Dainese

    Come equipaggiarsi al meglio per gli spostamenti urbani

    Di DemoneRosso | 10 febbraio 2021 | 1 min

    Saltare in bici per andare al lavoro è per molti un toccasana, l’unico modo plausibile di cominciare la giornata. Sgranchirsi le gambe al mattino ed essere subito mentalmente e fisicamente più attivi, non porsi problemi per il traffico o per trovare parcheggio a destinazione. Il rovescio della medaglia è che, se le condizioni non sono perfette, si rischia di arrivare in ufficio sudati o fradici per la pioggia. Ma in realtà basta poco, con l’equipaggiamento giusto si può facilmente far fronte a ogni condizione, in tutte le stagioni. 

     

    Comfort in sella e non 

    Il primo aspetto cui fare attenzione è il comfort. Non è infatti scontato trovare capi che garantiscano ergonomia e praticità in bici e che siano al contempo adeguati ad essere portati in ufficio. L’obiettivo del perfetto commuter è di dotarsi di capi che siano perfetti sia in sella che lontani dalla biciclettaPantaloni, maglie, camicierealizzati con un taglio specifico per questo usoPer non limitare i movimenti in fase di pedalata, per resistere alle sollecitazioni dell’uso quotidiano e per offrire comfort anche una volta giunti a destinazione. L’esempio perfetto sono i pantaloni, che devono favorire la pedalata ma allo stesso tempo rimanere sufficientemente aderenti al corpo per non rischiare di impigliarsi nei componenti della bicicletta. 

    D81A2718

    La perfetta traspirazione 

    La traspirazione è un elemento chiave del comfort, sia quando si parla di sport che nelle attività di tutti i giorni. Le maglie realizzate con tessuti tecnici innovativi favoriscono la traspirazione, aiutano così il corpo a regolare la temperatura, in modo da limitare la sudorazione nelle giornate più calde ed evitare situazioni spiacevoli una volta a destinazione. 

     

    Tasche e praticità 

    Chiunque sia solito usare la bici sa bene quali sono gli aspetti più importanti in un capo. Assieme al comfort sta la praticità. E tutti sanno quanto sia fastidioso un capo senza gli spazi adatti a riporre gli oggetti più usati, come telefonino, portafogli o chiavi di casa. Bisogna ricercare capi con numerose tasche, posizionate in maniera strategica e protette da bottoni o zip, per non limitare la mobilità e non rischiare di perdere i nostri effetti personali durante il movimento. 

     

     

    Prepararsi al maltempo 

    La pioggia non deve spaventare, basta essere preparati con il giusto capo impermeabile. La soluzione più tradizionale è un guscio a tre strati, perfettamente resistente all’acqua anche grazie alle cuciture che devono essere nastrate. In caso contrario, le proprietà impermeabili della membrana vengono totalmente vanificate dalla presenza dei piccoli fori delle cuciture. Anche qui è fondamentale la presenza di numerose tasche per riporre gli oggetti più usati. 

    31-05-19_DAINESE_AWA_0434 D81A2784

    I dettagli fanno la differenza 

    Nel guscio impermeabile non vanno poi tralasciati il cappuccio e il copri sella. Se il cappuccio è un must, possibilmente disegnato per essere vestito anche sopra il casco, il copri sella è un dettaglio meno diffuso, ma in realtà altrettanto importante. L’utilità è duplice: serve a non bagnarsi i pantaloni in caso di sella umida, ma anche ad evitare di sporcarsi con gli schizzi e lo sporco alzati dalla ruota posteriore. 

     

    Per tutte le condizioni meteo 

    L’alternativa al classico guscio può essere il ponchoideato per proteggere anche nelle peggiori condizioni. Anche in questo caso va ricercato un prodotto costruito con una membrana leggera e resistente, anche questo con cuciture nastrate per il massimo dell’isolamento. L’ampia superficie del poncho è ideale per proteggere tutto il corpo anche nelle situazioni più difficili, tra pioggia forte e pozzanghere. Altro dettaglio da non sottovalutare sono gli inserti riflettenti, per garantire la giusta visibilità anche nelle peggiori condizioni atmosferiche. 

    D81A3460

    Un outfit modulabile 

    Il modo migliore per far fronte ai cambi di temperatura o del meteo nel corso della giornata è, come sempre, vestirsi a strati. Sia che stiate partendo per una gita in montagna o per andare in ufficio, avere qualcosa di pronto da togliere o aggiungere è la chiave per non farsi trovare impreparati. Una camicia o una felpa di scorta, possono salvarci da un colpo di freddo inaspettato. Giocando con gli abbinamenti è possibile creare il proprio outfit perfetto tutto l’anno.  

     

    Tutto l’essenziale con sé  

    Un piccolo zaino è la soluzione migliore per immagazzinare il tutto, ben ripiegato e riposto con curaLo zaino o una borsa aiutano poi a trasportare tutto quello che può servire durante una giornata in città, come una borraccia, laptop o un pranzo al sacco. Meglio sfruttare lo zaino anche per evitare di riempire oltremodo le tasche, gesto che minerebbe il comfort durante i movimenti. 

     

    Dal cappuccio alle tasche con chiusura zip, dal copri sella alle cuciture nastrate. Trovare l’outfit perfetto che ci permetta di pedalare e di trascorrere tutta la giornata senza cambiarci non è banale. Ma con l’attenzione a questi dettagli diventa possibile trovare la nostra combinazione, perfetta durante il trasferimento e una volta a destinazione. Comfort e praticità per iniziare la giornata con il piede giusto, attivando mente e corpo in sella alla nostra amata bici.  

    ARTICOLI CORRELATI

    Motorbike / Tech

    8 consigli per godersi la moto in inverno

    Non rinunciare alla moto per paura del freddo
    Motorbike / People

    Expedition Master Islanda, il viaggio di Simone Zignoli

    Una vita per l’esplorazione nelle terre più estreme