DEMONEROSSO
Search Dainese

    Non rinunciare alla moto per paura del freddo

    Di DemoneRosso | 02 febbraio 2021 | 1 min

    In moto d’inverno? Le montagne cambiano colore, magari c’è la neve, il cielo è più terso. A volte può essere bello gustare un panorama diverso da quello di cui si gode il resto dell’anno. Per chi non sospende l’assicurazione della moto, ecco qualche consiglio utile per non patire il freddo oltre il necessario. 

     

       1. ATTENZIONE AL PERCORSO 

    Considera sempre il tipo di percorso che stai per affrontare: per i lunghi tratti autostradali sarà il caso di coprirsi molto, si è colpiti da una grande quantità d’aria e si rimane tipicamente molto statici sulla moto. Se prevedi di affrontare tratti di fuoristrada leggero o di adottare una guida particolarmente attiva, conviene vestirsi più leggeri: l’impegno e lo sforzo faranno sudare. In questo caso è meglio avere a disposizione uno strato in più da indossare quando ci si ferma. 

       2. LE MEMBRANE SONO UNO SCUDO CONTRO IL FREDDO 

    I capi con membrana, Gore-Tex o D-Dry, oltre a tenere lontana l’acqua, sono estremamente efficaci anche come scudo contro l’ariaÈ per questo che bisogna ricordare di portare con sé anche un buon kit antipioggia, da indossare non solo in caso di meteo avverso: può essere un eccellente aiuto come protezione ulteriore in caso di freddo eccezionale. Per evitare fastidiosi spifferi sulla schiena ricorda sempre di unire giacca e pantaloni tramite la zip posta in vita. 

    Membrana laminata

       3. QUALE CAPO IMPERMEABILE SCEGLIERE? 

    I capi impermeabili possono essere di due tipi: laminati oppure con membrana removibile. I primi sono quelli che garantiscono il migliore isolamento dagli elementiLa membrana è accoppiata alla Cordura in modda rendere questa un vero scudo contro aria e acqua, il risultato è un capo totalmente impermeabile che non si inzuppa. I capi con membrana removibile sono più versatili in quanto lo strato di Gore-Tex può essere rimosso per far fronte alle giornate più calde. Qui le prese d’aria permettono lo scambio di calore e rendono il capo adatto a tutte le stagioni. 

       4. MANI AL CALDO  

    I guanti possono davvero fare la differenza tra una bella e una brutta giornata in moto. Come per il resto del corpo, una membrana impermeabile è essenziale per far fronte al clima invernale. L’offerta prevede diversi modelli resistenti a freddo e acquaI guanti dedicati all’adventure garantiscono un perfetto feeling con il manubrio grazie all’assenza di imbottitura, mentre la composizione in pelle dona ottime caratteristiche di resistenza all’abrasione. I modelli stradali presentano una costruzione in Gore-Tex con imbottitura, per il miglior isolamento dal freddo. 

    Ph-A.Cervetti-36133

       5. MANI (ANCOR PIÙ) AL CALDO  

    Le mani sono la prima parte del corpo a risentire delle basse temperature, soprattutto se non protette da un paio di paramani. Le manopole riscaldate sono una soluzione comune. L'alternativa sono le moffole, che offrono eccezionale protezione dall’aria e permettono di guidare con guanti estivi. Per i più freddolosi, la combinazione tra manopole riscaldate e moffole è la soluzione definitiva. 

       6. FIDATI DELLE NUOVE TECNOLOGIE 

    Presta attenzione ai materiali: il caro vecchio cotone non traspira e mantiene l’umidità a contatto con la pelle. Base layer e strati intermedi in materiali tecnici hanno proprietà che permettono all’umidità di allontanarsi rapidamente dal corpo e di asciugarsi in frettaLa gamma Dainese prevede diversi livelli di isolamento tra cui scegliere: per un perfetto comfort da 0 fino a -20°C 

       7. SALVIAMO LA FACCIA 

    Attenzione all’isolamento del collo e del viso. Non c’è nulla di peggiore che lasciare il collo esposto e avere spifferi d’aria che entrano nel casco. Usare un sotto casco passamontagna può fare una grande differenza. Esistono inoltre caschi AGV con interni personalizzabili in base alla stagione: cuffia reversibile in due materiali e para mento in due versioni, più corto per l’estate e più coprente per l’inverno. 

       8. NON SEMPRE DUE È MEGLIO DI UNO 

    Copri adeguatamente le estremità: un paio di calzini di qualità è meglio di due. Indossarne due paia rischia di rallentare la circolazione del sangue nei piedi e di causare un effetto opposto a quello desiderato. 

    ARTICOLI CORRELATI

    Motorbike / Tech

    10 consigli per affrontare un viaggio al caldo

    Cosa fare e cosa non fare per godere appieno l’estate in moto
    Motorbike / Tech

    5 consigli per affrontare la pioggia in moto

    L’equipaggiamento e le soluzioni per essere comodi e sicuri anche con il maltempo