DEMONEROSSO
Search Dainese

    26 anni di carriera ed evoluzione con AGV, tra grafiche speciali e i colori del nove volte campione del mondo

    Di DemoneRosso | 25 ottobre 2021 | 1 min

    Più di qualsiasi altro pilota prima di lui, Valentino Rossi ha usato la calotta di ogni suo casco come una tela bianca. Ogni gara un’occasione per celebrare vittorie e titoli o per esprimere emozioni in modo unico. Dal 1996, anno di debutto di Valentino Rossi nel motomondiale, sulla testa del campione si sono alternati numerosi modelli AGV, sempre più avanzati e dalle grafiche sempre nuove. Le livree portate in gara dal numero 46 sono tantissime. 

    Ripercorriamo la storia dei caschi di Vale dagli inizi ad oggi. 

     

    AGV Q3 Pro (96-98) 

    Il primo casco dell’epoca Rossi, la prima indimenticabile grafica Soleluna del Dottore. L’AGV Q3 Pro (Professional) è l’evoluzione del precedente Q3, a sua volta evoluzione del Quasar, sviluppato assieme a Wayne Rainey, e introduceva delle prese d’aria a goccia sul frontale e un estrattore nella zona superiore. La calotta era un misto di fibra di carbonio, fibra aramidica e fiberglass. È stato il casco che ha accompagnato Valentino verso i primi successi nel 1996 e al primo titolo iridato, nel 1997. Oltre alla prima delle tante versioni Soleluna, ricordiamo la speciale livrea di Suzuka 1997.  

     

    AGV X-Vent (98-02) 

    Il primo anno in 250, il secondo titolo mondiale, poi il passaggio alla classe regina, la 500 e poi la MotoGP. Queste le pietre miliari raggiunte e superate da Valentino con in testa l’AGV X-Vent, un’evoluzione del precedente Q3. Realizzato in fibre composite, carbonio e fibra di vetro, il nuovo casco si distingue immediatamente per la presenza dell’ampia presa d’aria sulla sommità della calotta e per i due canali d’aerazione che corrono verso il retro della stessa.  

    Imola ’98, il casco del secondo iride nel 1999, lo sfortunato Mugello ’01, Mugello ’02 e l’arcobaleno di Rio 2002, per il quarto titolo mondiale. Questi e molti altri gli speciali disegni sugli X-Vent di Valentino. 

     

    AGV Ti-Tech (03-07) 

    L’AGV Ti-Tech è un casco completamente nuovo che accompagna Rossi nelle sue stagioni di dominio totale del motomondiale, l’ultima con Honda e le prime con Yamaha, tra il 2003 e il 2005. Realizzato in materiale composito di fibra aramidica e carbonio, introduce per la prima volta prese d’aria in metallo, titanio, per garantire la massima sicurezza anche nei punti di apertura della calotta. La visiera presenta il sistema di sgancio rapido XQRS (Extra Quick Release System) per la sostituzione della stessa in pochi istanti e senza l’uso di attrezzi. 

    Tra le grafiche indimenticabili quella floreale di Valencia ’03, il casco “di legno” del Mugello ’04, Che spettacolo per il sesto titolo lo stesso anno, poi le celebrazioni a Laguna Seca e Valencia 2005, il settimo titolo a Sepang sempre nel 2005. 

     

    9

    AGV Pista GP RR


    Il casco racing 100% fibra di carbonio utilizzato dai piloti della MotoGP™.

    Acquista ora

    AGV GP-Tech (08-11) 

    Il 2008, l’anno della riconquista di Valentino del titolo MotoGP, segna l’arrivo del GP-Tech, ancora una volta un progetto tutto nuovo rispetto al casco precedente. Calotta SSL (Super Super Light) in fibra di vetro, carbonio e fibra aramidica dalla forma allungata nella zona posteriore per migliorare la stabilità alle alte velocità fuori dalla carena. Prese d’aria integrate nel profilo della calotta stessa ed EPS a densità differenziate. GP-Tech eredita l’XQRS dal vecchio Ti-Tech, il sistema di sgancio rapido e senza attrezzi della visiera. 

    Nuovo è anche il linguaggio grafico, a partire dall’innovativa versione della livrea Soleluna. Tra i più iconici restano impressi il casco con la faccia di Vale del Mugello 2008, la gallina dalle uova d’oro del nono mondiale a Sepang nel 2009, la grafica Faces di Laguna Seca 2010 e i primi caschi dell’epoca Ducati, tra cui il tributo a Marco Simoncelli di Valencia 2011. 

     

    AGV Pista GP (12-15) 

    Nel 2012 arriva la prima versione del rivoluzionario AGV Pista GP, un casco dirompente che introduce nuovi concetti di protezione e performance aerodinamiche. Calotta realizzata interamente in fibra di carbonio, sagoma sviluppata in galleria del vento e introduzione dello spoiler posteriore per meglio integrarsi tra cupolino della moto e gobba della tuta.  

    Arriva sulla testa di Vale ai test invernali di Sepang nella livrea nero carbonio, si colora poi delle tinte del Dottore, rinnovate nel 2013. Indimenticabile il casco Wish di Misano 2013, ancora in ricordo dell’amico Simoncelli, e Misano ci dà una mano dell’anno successivo che sale sul gradino più alto del podio sempre sul circuito di casa.   

     

    AGV Pista GP R (16-17) 

    La nuova versione Pista GP R arriva nel 2016 e porta alcuni accorgimenti per migliorare la performance aerodinamica. Su tutti svetta lo spoiler Biplano, più avanzato e complesso rispetto alla precedente soluzione, migliora ancora il coefficiente di penetrazione aerodinamica. Arrivano anche due convogliatori sulle prese d’aria della mentoniera, utili a meglio incanalare l’aria all’interno del casco nella posizione di gara.  

    Tra le colorazioni più distintive la nuova Soleluna 2016Mugiallo, Mugello 2016, Sweet home Misano dello stesso anno. 

     

    AGV Pista GP RR (18-21) 

    Nel 2018 nasce l’ultima e più avanzata versione, Pista GP RR. Si distingue per un ulteriore affinamento aerodinamico per una migliore penetrazione dell’aria: il nuovo Pro Spoiler sostituisce il Biplano, per incrementare ancora la performance e la stabilità del casco alle alte velocità. Nel 2019 subentra l’obbligatorietà in MotoGP dell’omologazione FIM, un nuovo standard di sicurezza che il Pista GP RR rispetta già nella sua versione di serie, senza la necessità di modifiche per le corse. Vengono introdotti una chiusura con doppia D in titanio e il sistema 360° Adaptive Fit per personalizzare la calzata del casco.

    Arriva ancora la nuova grafica Soleluna 2018, poi le livree tricolori del GP del Mugello 2018 e 2019, il coloratissimo Winter Test 2019, nel 2021 l’ultima versione del casco di stagione, poi il casco "Con il nastro rosa", a salutare l’imminente arrivo della primogenita di Valentino. 

     

    Ventisei stagioni e quasi 100 diverse colorazioni sulle diverse calotte AGV che ci sono succedute negli anni. Un linguaggio visivo che si è evoluto assieme al campione capace di distinguerlo da tutti i piloti del passato, e forse del presente e del futuro.  

     

    Che spettacolo. Grazie Vale.  

    PRODOTTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

    AGV21M.0000531_SN006589_CLOSEUP01 (1)

    AGV Pista GP RR

    Acquista ora
    DAINESE22AGV.000059F_SN006819_CLOSEUP01

    AGV Pista GP RR

    Acquista ora
    DAINESE21AGV.00004OE_SN006062_CLOSEUP01

    AGV Pista GP RR

    Acquista ora
    206031D4MY_002_5

    AGV Pista GP RR

    Acquista ora

    ARTICOLI CORRELATI

    Motorbike / Tech

    AGV Facts: Pista GP RR e il sistema 360° Adaptive Fit

    La personalizzazione del fit del casco per la massima performance in circuito
    Motorbike / Tech

    AGV Pista GP RR – Il casco della MotoGP sulla testa di tutti

    Pista GP RR è il primo casco della gamma AGV a rispettare lo standard FIM per il mondo racing