DEMONEROSSO
Search Dainese

    Ecco come funziona D-air® Ski, il più avanzato sistema di sicurezza per lo sci alpino

    Di DemoneRosso | 11 febbraio 2021 | 1 min

    Contenuti dell'articolo

    D-air® Ski è il primo dispositivo airbag elettronico per la protezione degli atleti di coppa del mondo e mondiali
    Dentro D-air® Ski ci sono cervello e cuore, un algoritmo intelligente e un airbag protettivo ingegnerizzato
    D-air® Ski nasce per lo sci, ereditando gli elementi fondamentali sviluppati da Dainese per MotoGP
    Protegge solo quando è necessario, in caso di cadute potenzialmente dannose per lo sciatore
    Da sgonfio è invisibile e impercettibile, per non costituire un impedimento alla performance

     

    Per far fronte alle condizioni sempre più estreme in cui si trovano a sfidarsi gli atleti della coppa del mondo e dei mondiali di sci alpino, nasce D-air® Ski. È il primo dispositivo di protezione per lo sci a servirsi di un cervello elettronico per riconoscere le dinamiche di una caduta e attivare in tempo il gonfiaggio del sacco airbag. 

    La tecnologia di D-air® Ski nasce appositamente per la pratica dello sci alpino, ma eredita alcuni tratti fondamentali della versione motociclistica del medesimo dispositivo. Anche in questo caso, D-air® nacque per mettere i piloti nelle migliori condizioni di esprimersi nelle gare di MotoGP, sempre più vicine al limite per l’esponenziale sviluppo dei mezzi meccanici.  

    AIRBAG_D_00009RIT_MOD D-AIR_System_microfilaments__1_MOD

    Cervello e cuore  

    D-air® Ski, come il sistema da moto con cui condivide i segreti, è composto di due unità distinguibili ma del tutto integrate tra loro: cervello e cuore. Il cervello di D-air® è composto da una centralina e diversi sensori utili a rilevare ogni movimento dello sciatore. Le informazioni inviate da accelerometri, giroscopi e GPS vengono analizzate mille volte al secondo da un algoritmo intelligente capace di distinguere le dinamiche di un incidente da quelle di una normale azione di gara. 

     

     

    Una volta che i movimenti tipici di una caduta vengono identificati il cervello invia un segnale al generatore di gas, pronto a gonfiare il sacco. Il tutto, in pochi millesimi di secondo. Il sacco è definito il cuore di D-air® Ski. È una superficie ingegnerizzata capace di coprire le zone più esposte agli impatti nella parte alta del corpo dell’atleta. Il sacco di D-air® Ski protegge il torace, le clavicole e le spalle dello sciatore meglio di qualsiasi protettore tradizionale. L’airbag si gonfia in maniera del tutto controllata, la tecnologia brevettata dei microfilamenti garantisce pressione e spessore, e quindi sicurezza, uniformi su tutta la superficie.  

    ski_cadute (1)

    Quando si attiva D-air® Ski   

    Il sistema intelligente prevede due dinamiche di attivazione, studiate sul campo in anni di test e ricerca. Il cosiddetto highside, probabilmente la più pericolosa delle cadute, quando lo sciatore viene sbalzato in aria: in questo caso D-air® si attiva autonomamente prima dell’impatto al suolo. La seconda dinamica di attivazione è quella di una scivolata importante, durante la quale si inneschi un rotolamento dell’atleta potenzialmente molto pericoloso. 

     

     

    Perché D-air® 

    D-air®, a differenza di qualsiasi protettore tradizionale, è invisibile e impercettibile fino al momento del vero bisogno. Da sgonfio, il sacco lascia l’atleta completamente libero nei movimenti, in modo da non costituire un impedimento, alla performance e alla sicurezza. Centralina e generatore di gas sono perfettamente integrati nel paraschiena, a loro volta impercettibili grazie a peso e ingombro del tutto trascurabili. D-air® è lì, assieme allo sciatore, pronto ad entrare in azione, ma solo nel momento del bisogno. 

     Dainese-d-air-ski-carosello-WEEK9_IG_01_MOD D-air_Ski_-_Gallery_01_MOD

    La storia 

    D-air® Ski viene presentato nel 2012, in veste di prototipo. Solo due anni più tardi fa il suo debutto in Coppa del Mondo e ben presto le sue potenzialità spazzano via ogni scetticismo dovuto allo strato aggiuntivo di protezione. Diventa immediatamente il punto di riferimento per gli atleti in quanto a sicurezza nelle discipline veloci, discesa libera e super-g, grazie anche alla sua ergonomia e leggerezzaAncora tre anni più tardi, nel 2017, si registra la prima vittoria di uno sciatore protetto da D-air® Ski, con Matthias Mayer nel super-g di Kitzbuehel. Oggi, quasi la metà dei concorrenti delle discipline veloci, sia tra le donne che tra gli uomini, indossa D-air Ski®. 

     

    D-air® Ski è il più avanzato sistema di protezione per lo sci, capace di proteggere gli atleti in modo intelligente. Impercettibile e invisibile fino al momento della vera necessità, D-air® Ski offre libertà e protezione, per esprimersi al meglio in ogni frangente e massimizzare la performance nelle condizioni di gara più estreme.

     

    La comunicazione si riferisce alla protezione Dainese D-air® Smart Chest sul torace, certificata CE, Categoria II - Livello 2 da Ente di Certificazione autorizzato dall’Autorità Governativa. Per ulteriori dettagli si prega di leggere il manuale utente del prodotto.

     

    ARTICOLI CORRELATI

    Winter / Tech

    La protezione che circonda lo sciatore

    Sicuro, leggero e compatto. Con Nucleo la sicurezza nello sci raggiunge nuovi livelli
    Winter / Tech

    Mondiali di sci: le protezioni dei campioni

    Come Dainese protegge gli sciatori più veloci del mondo